FATTI

"Regolamento di conti del governo
contro chi esprime dissenso"

Con l'azzeramento graduale dei contributi all'editoria, deciso dal consiglio dei ministri, “il governo conferma, nello schema di manovra, di voler colpire...

Ecco i giornali a cui il M5S
vuole togliere i soldi pubblici

nextquotidiano.it (*)

Il MoVimento 5 Stelle ha annunciato a più riprese negli ultimi tempi che taglierà i fondi pubblici ai giornali. Lo ha fatto spesso subito dopo...

Addio a Guido Columba
Appassionato e orgoglioso “cronista”

articolo21.org (*)

di Roberto Natale
Difficile trovare uno che, più di Guido, incarnasse la passione e l’orgoglio di essere e dirsi...

Il mezzo più credibile per gli italiani?
La radio. A seguire giornali, tv e Rete

La radio è ritenuto il più affidabile tra i mezzi d'informazione. Precede la televisione, i giornali, i siti web ed i social network. È la fotografia scattata dal 15esimo rapporto...

Bravi ragazzi, pecore e Seneca
la filosofia dell'editore Caltagirone

Il giornale non deve essere “un gravo ragazzo” e non vuole stare nel “gregge”. Francesco Gaetano Caltagirone, cementiere e costruttore edile, ma anche...

Abolizione dell'Ordine dei Giornalisti
"all'ordine del giorno del governo"

“L’Ordine dei Giornalisti così come oggi è strutturato si è rilevato insufficiente e inadeguato ai cambiamenti e alle dinamicità tipiche di una professione...

Regione Lazio, fondi per il pluralismo
ma non per le testate online

articolo21.org (*)

di Angelo Zaccone
Questa mattina, presso la sede della combattiva Associazione Stampa Romana (la “location”...

Pesce: "I petrolieri si arricchiscono
e i nostri paesi muoiono. Basta"

Basilicata24.it

di Giusi Cavallo
“Porterei Alvaro Soler all’ingresso del Crob per fargli capire chi ha pagato il suo concerto a Viggiano"...

Nel solco di M.Salvatore e Cantori
i nuovi cantastorie dauni

Non smette di produrre espressioni musicali autentiche la Puglia di Matteo Salvatore e dei Cantori di Carpino, quella parte di Puglia che accoglie il Molise e occhieggia...

Free media day
la lezione americana

Raffaele Lorusso (*)

La stampa americana respinge gli attacchi della politica. Con una serie di editoriali pubblicati oggi da quotidiani piccoli e grandi...

Editoria, il settore
è a rischio crolli

articolo21.org (*)

di Vincenzo Vita
Il sottosegretario con delega all’editoria, Vito Crimi del Mov5Stelle, avrà i suoi grattacapi...

PROFESSIONE

ED ECCO
PUNTO PER PUNTO
L'AUTORIFORMA
DELL'ORDINE
DEI GIORNALISTI

Riforma dell'accesso alla professione, che mantiene al centro l'esame di idoneità e sarà basato sul possesso di una laurea almeno di primo livello. Una profonda revisione del percorso per l'iscrizione nell'elenco dei pubblicisti, prevedendo la possibilità di creare un nuovo Albo unico dell'«Ordine del giornalismo». Nuove regole sugli esami; superamento dell'esclusività professionale; la richiesta al legislatore di rivedere la normativa sul funzionamento dei Consigli di disciplina. Questi i punti salienti delle linee guida per la riforma, approvate a larga maggioranza dal Consiglio nazionale dell'Ordine dei giornalisti e presentate questa mattina nella sede del Cnog a Roma dai rappresentanti della categoria. «Una riforma che pone al centro il diritto dei cittadini ad essere correttamente informati in un momento drammatico per la professione, attaccata dagli annunci di abrogazione del nostro Ordine professionale, dalle minacce alla sopravvivenza della piccola editoria rappresentate dall'azzeramento del Fondo per il pluralismo, dal proliferare delle fake news»», ha subito precisato il presidente del Cnog, Carlo Verna. «Oggi più che mai – ha proseguito – alla tenuta democratica del nostro Paese serve un organismo come l'Ordine dei giornalisti che certifichi la diffusione di informazione verificata e garantita secondo i principi deontologici...