FATTI

Libri e giornali, li leggiamo tutti
alla stessa maniera, anche se...

linkiesta.it (*)

di LinkPop
C’è chi legge tanto e chi legge poco (e c’è anche chi non legge per niente). Ma tutti...

Cattive notizie, le più resistenti
sulle homepage dei giornali

redattoresociale.it (*)

di Oliviero Motta
Quante volte ci siamo lamentati perché dai telegiornali e dalla stampa ci piovono addosso solo...

Se Nbc compra
il 25% di Euronews

repubblica.it (*)

di Aldo Fontanarosa
Nell'informazione all news prende corpo un'alleanza tra Stati Uniti ed Europa. Il canale televisivo...

Giornali splatter, battute
da spogliatoio, puro stile Trump

ilmanifesto.it (*)

di Bia Sarasini
Abbiamo mai visto un titolo di quotidiano che abbia definito, che ne so, «pisello al dente»...

Notizie false: in vista delle elezioni
i giornali francesi si alleano

internazionale.it (*)

di alexis delcambre
Otto mezzi d’informazione francesi, tra cui Le Monde, hanno deciso di collaborare con Facebook...

Giornali e social network
fanno fatica a collaborare

ilpost.it (*)

di gerry smith-blomberg
In un panorama dell'informazione sempre più dominato dai social networtk, i giornali...

E l'edicola ti porta il giornale
a casa (a Viareggio)

iltirreno.gelocal.it (*)

di gabriele noli
VIAREGGIO. Talvolta le opportunità (proprie) sono dettate dalle necessità (altrui)......

Giornali, ecco perché
non li compra più nessuno

blitzquotidiano.it (*)

di sergio carli
Le vendite dei quotidiani in edicola sono in calo continuo da vent’anni. Se vogliamo elencare...

Fake news, il passaggio
da informazione a persuasione

key4biz.it (*)

di luigi garofalo
Oggigiorno sono tutti contro le bufale sul web, dai governi agli Over the top. “Invece, il vero...

La satira, certo, è intrattenimento
ma ha anche effetti "politici"

galileonet.it (*)

di marioa magistroni
Si dice che ridere faccia bene al cuore. Ma se la risata avesse il potere di condizionare...

Sky via da Roma?
Che succede all'impero Murdoch?

articolo21.org (*)

di vincenzo vita
Che succede nell’impero di Rupert Murdoch? Perché “Sky Italia”, azienda che detiene il 15%...

ANALISI

RAPPORTO LSDI.
LA CRISI DELLA PROFESSIONE GIORNALISTICA

PINO REA (*)

Continua ad approfondirsi la crisi della professione giornalistica, con la crescita intensa del lavoro autonomo sottopagato, diventato una grande sacca di precariato, come dimostra fra l’ altro il fatto che il reddito medio dei giornalisti dipendenti è superiore di 5,4 volte a quello della ‘’libera professione’’ (60.736 euro lordi annui contro 11.241) e il fatto che più di 8 lavoratori autonomi su dieci (l’ 82,7%) dichiarano redditi inferiori a 10.000 euro all’anno. Intanto il quadro complessivo dell’ editoria giornalistica presenta delle forti criticità. Come ha rilevato infatti recentemente uno studio di Mediobanca in cinque anni – dal 2011 al2015 – i nove maggiori gruppi editoriali italiani – cui fanno capo i principali quotidiani del paese – hanno perso il 32,6% del fatturato (-1,8 miliardi), cumulato perdite nette per 2 miliardi e ridotto la forza lavoro di oltre 4.500 unità, scendendo a 13.090 dipendenti totali (da 17.645 del 2011) 3 . Mentre nello stesso periodo le vendite di quotidiani sono scese di un milione di copie: da 2,8 a 1,8 milioni totali (-34%)...