FATTI

Informazione e Democrazia:
l'appello per un patto internazionale

Questo è il testo dell'appello promosso dalla Commissione sull'Informazione e la Democrazia, nata su iniziativa di Reporters sans frontières. Ne fanno parte...

29 editori, 2.000 volumi italiani
alla Non/Fiction di Mosca

Con l’obiettivo di promuovere autori e libri italiani in Russia, l’Italia sarà a Mosca Paese ospite d’onore alla XX edizione della Non/Fiction International Book Fair...

Migranti: saltano 35 euro,
assistenza e lezioni d'italiano

Via l'insegnamento dell'italiano, via l'assistenza psicologica, via l'orientamento sul territorio: solo i titolari della protezione internazionale avranno diritto...

Tante autobiografie di giornalisti
è cosa buona o preoccupante?

articolo21.org (*)

di Sandro Marucci
Quando i giornalisti si raccontano: è una buona cosa o un sintomo preoccupante? Un segno dei...

"Bisogna accettare anche le notizie
e le opinioni che non ci piacciono"

Quando un giornale pubblica notizie che possono risultare "sgradite" ai suoi tradizionali lettori. E' giusto? E' sbagliato? Ecco un botta-e-risposta fra una lettrice e il direttore...

Fare chilometri per Bancomat,
giornali e sigarette...E' normale?

torinoggi.it

di Beppe Gandolfo
A Crissolo, Valle Po, provincia di Cuneo, a novembre verrà tolto l’ unico bancomat presente in paese...

Ma la Lega non vuole tagli
ai contributi per i giornali locali

La Lega non la pensa esattamente come i Cinque Stelle sui giornali. Perlomeno distingue fra “giornaloni” e giornali locali. “L’Editoria è una grande risorsa per ogni Paese...

L'esperienza della Società Umanitaria
negli anni '60-'70, in Puglia

saverio monno (*)

A metà degli anni Sessanta del XX secolo la Presidenza dell’Umanitaria (Riccardo Bauer) e il direttore generale (Mario Melino) decisero...

"Regolamento di conti del governo
contro chi esprime dissenso"

Con l'azzeramento graduale dei contributi all'editoria, deciso dal consiglio dei ministri, “il governo conferma, nello schema di manovra, di voler colpire...

Ecco i giornali a cui il M5S
vuole togliere i soldi pubblici

nextquotidiano.it (*)

Il MoVimento 5 Stelle ha annunciato a più riprese negli ultimi tempi che taglierà i fondi pubblici ai giornali. Lo ha fatto spesso subito dopo...

Addio a Guido Columba
Appassionato e orgoglioso “cronista”

articolo21.org (*)

di Roberto Natale
Difficile trovare uno che, più di Guido, incarnasse la passione e l’orgoglio di essere e dirsi...

IL BLOG DEI BLOG

L'INFORMAZIONE, LA DEMOCRAZIA, LA CULTURA.
COSI' INFODEM.IT RIPARTE

BEPPE LOPEZ
GIUSEPPE MARCHETTI TRICAMO

E’ il momento di allargare il dibattito, ci siamo detti nel corso di una delle nostre ricorrenti chiacchierate intorno all’informazione, ai libri, al teatro, alla cultura, ma anche ai fatti di attualità e di politica. I nostri incontri sono sempre preceduti da uno squillo sul cellulare: arrivo, ci vediamo al solito posto, che non è il Caffè Greco di Byron, Leopardi e De Chirico o le Giubbe rosse di Boccioni, Palazzeschi, Montale e Pratolini o il Florian di Goldoni, Parini, Pellico, Dumas, Hemingway e Andy Warhol o il Pedrocchi di D’Annunzio, Balzac e Stendhal o il Gambrinus di Benedetto Croce, Totò, e i De Filippo. Neppure il bar-pasticceria Mazzara di Palermo dove Tomasi di Lampedusa scrisse alcune pagine del Gattopardo. Il nostro è un piccolo bar di collina affacciato sulla vecchia Flaminia dove la consolare svolta verso la città. Discutiamo, ci infervoriamo. Talvolta qualche avventore acchiappa al volo una nostra parola, segue i nostri discorsi, si inserisce, vuole partecipare. Il momento che l’Italia e il mondo attraversano è sotto gli occhi di tutti. È un periodo di grave affanno per la società contemporanea, caratterizzata da un individualismo sfrenato che l’ha resa fragile e liquida (come spiegava il sociologo Zygmunt Bauman)...