Fatti

Google, 300 mln di dollari
"per il giornalismo nell'era digitale"

"Un ottimo motore di ricerca e risultati di YouTube interessanti dipendono da un ecosistema sano di editori che producono ottimi contenuti digitali. Se non crescono gli editori non cresciamo nemmeno noi. Per questo, solo nello scorso anno, abbiamo redistribuito 12,6 miliardi agli editori e abbiamo portato gratuitamente oltre 10 miliardi di click ogni mese sui loro siti".

E ancora per questo, dopo la Digital News Initiative, Google annuncia che adesso investirà 300 milioni di dollari nei prossimi tre anni in un nuovo progetto: Google News Initiative, con l’esplicito obiettivo di “aiutare il giornalismo a crescere nell'era digitale”.

Come? 1) Facendo emergere e rafforzare il giornalismo di qualità sulle piattaforme di Google. 2) Abilitando nuovi modelli di business che supportino un giornalismo di qualità. 3) Consentendo alle organizzazioni del mondo dell'informazione di sfruttare la tecnologia per portare innovazione nelle redazioni.

Questo, almeno, nelle intenzioni. A parte Google adotterà Disinfo Lab, un'iniziativa per “combattere le informazioni fuorvianti e la disinformazione in periodo di elezioni politiche o in caso di breaking news”.