Libro

BAVAGLIO
di Gomez, Lillo e Travaglio

Peter Gomez, Marco Lillo e Marco Travaglio sono gli autori di "Bavaglio", un nuovo libro in cui snocciolano nei minimi particolari quelli che ritengono essere i nuovi pericoli per la libertà di stampa in Italia. Messo sotto la lente di ingrandimento l’intero “Lodo Alfano”, provvedimento - giudicato incostituzionale - che assicura l’immunità dai processi penali per le prime quattro cariche dello Stato.Una misura che “viola il principio dell’eguaglianza di tutti i cittadini di fronte alla legge”. Interessante anche la dettagliata descrizione che gli autori tracciano sul tema delle intercettazioni telefoniche. Con precisi riferimenti e documentazioni, viene chiarito che ogni anno le utenze intercettate sono circa 20.000, non “3 milioni “ (di cui si era tanto parlato) e che riguardano solo lo “0.03 per cento della popolazione italiana”. Tagliare le inchieste, con la cosi nominata “legge blocca processi” promossa dal nuovo governo, si coniuga per Gomez, Lillo e Travaglio con l’obiettivo di introdurre leggi restrittive e punitive per i giornalisti. Il tutto in un cocktail di autoritarismo. Non vengono risparmiate aspre critiche alla coalizione di centrosinistra. Il libro offre anche una accurata ricostruzione delle vicende del "processo Mills" ed esaustivi paragoni in materia di informazione e giustizia con le altre grandi democrazie mondiali. Un libro interessante, da leggere soprattutto da parte di chi ama seguire le idee e le considerazioni della coppia Gomez-Travaglio.

Nicola Lofoco

- - -

BAVAGLIO

di Peter Gomez, Marco Lillo e Marco Travaglio

Edizioni Chiare Lettere

Euro 12,00