Libro

MORTE E RESURREZIONE DEI GIORNALI
Enrico Pedemonte

[di Antonio Longo, siciliatoday.net, 26 novembre 2011] Internet ha mutato repentinamente le “regole del gioco” nel mondo della comunicazione. Si tratta di un dato oggettivo, inconfutabile e incontrovertibile. Tutto il sistema dei mass – media è stato sollecitato, soprattutto negli ultimi decenni, ad intraprendere un decisivo cambio di rotta per soddisfare le sempre più esigenti richieste della moderna società e per non rischiare di soccombere al cospetto delle nuove tecnologie.

Enrico Pedemonte nel suo libro “Morte e resurrezione dei giornali”, edito da Garzanti (www.garzantilibri.it), dopo aver analizzato in profondità cosa stia accadendo nel mondo dell’informazione negli Stati Uniti e in Europa, tenta di intravedere quale futuro attende il sistema della comunicazione in Italia alla luce dei cambiamenti odierni.

L’autore coglie i segnali di crisi della carta stampata, trovando le motivazioni più profonde, che ha portato alla chiusura di riviste e quotidiani, a redazioni sempre più decimate, a ricavi della pubblicità che continuano a ridursi. Allo stesso tempo, però, delinea un possibile nuovo sistema dell’informazione, in grado di svolgere anche il ruolo di “cane da guardia del potere”, costituendo un fattore indispensabile della democrazia che possa davvero coinvolgere i lettori in un processo di crescita improntato a trasparenza, onestà intellettuale, indipendenza dalle lobby e dai poteri forti.

- - -

Morte e resurrezione dei giornali